Kecárna Playlisty
Obnov stránku
Desktop verze
Horní menu

Lagrime mie - text

Lagrime mie, à che vi trattenete,
Perché non isfogate il fier' dolore,
Chi mi toglie'l respiro e opprime il core?
Lidia, che tant' adoro,
Perché un guardo pietoso, ahimè, mi donò
II paterno rigor l'impriggionò.
Tra due mura rinchiussa stà la bella innocente,
Dove giunger non può raggio di sole,
E quel che più mi duole
Ed accresc'il mio mal, tormenti e pene,
È che per mia cagione prova male il mio bene
E voi lume dolenti non piangete!
Lagrime mie, à che vi trattenete?
Lidia, ahimè, veggo mancarmi, l'idol mio,
Che tanto adoro!
Stà colei tra duri marmi per cui spiro
E pur non moro.
Se la morte m'è gradita,
Or che son privo di speme,
Dhè, toglietemi la vita
(Ve ne prego) aspre mie pene!
Ma ben m'accorgo, che per tormentarmi
maggiormente, La sorte mi niega anco la morte.
Se dunque è vero, o Dio, che sol del pianto mio.
Il rio destino ha sete.

Text přidal zanzara

Text opravil zanzara

Video přidal zanzara

Tento web používá k poskytování služeb, personalizaci reklam a analýze návštěvnosti soubory cookie. Používáním tohoto webu s tím souhlasíte. Další informace.